Linea “I Classici” - Valpolicella

 
 

Valpolicella Ripasso DOC Classico Superiore


Nella tradizione cattolica, il mese dedicato alla recita del Rosario è lo stesso in cui si svolge anche la vendemmia: ottobre. Il Valpolicella Ripasso ricorda questa coincidenza già in etichetta, perché la realizzazione di questo vino, che passa attraverso una fase di leggero appassimento e poi di rifermentazione sulle vinacce dell’Amarone, richiede una certa dose di fede, oltre che un’attenzione e una cura ancora maggiori: basta poco per pregiudicare il buon esito di tutto il lavoro. Quando tutto procede per il meglio, il vino che si ottiene alla fine è un rosso da tutto pasto, setoso e di buona struttura, con profumi che ricordano le spezie dolci e le ciliegie sotto spirito.


Zona di produzione: Marano di Valpolicella

Uve: 60% Corvina e Corvinone, 30% Rondinella, 10% Molinara.

Produzione: le uve vengono raccolte a mano in ottobre e lasciate ad appassire leggermente per circa un mese in luoghi ben ventilati. In seguito vengono pigiate, diraspate e fermentate per 10-12 giorni a 23°C con follature automatiche giornaliere. In primavera, il mosto viene messo a rifermentare per qualche giorno sulle vinacce dell’Amarone.

Invecchiamento: in botti di rovere di Slavonia per 36 mesi. Affinamento in bottiglia per 4 mesi

Gradazione: 14,5%

Servizio: da versare in calici ampi da vino rosso ad una temperatura un po’ più fresca di quella ambiente (16-18°C)

Abbinamenti: : il Valpolicella Ripasso è un vino adatto apiatti quotidiani sostanziosi, perciò si abbina bene a paste con ragù di carne, arrosti, brasati, carni rosse alla griglia, formaggi saporiti

Formati: Bottiglia 0,75 l., Magnum 1,50 l.